Rubrica4

Dalle più giovani ambientaliste del nord Europa per il Venerdì alle ereditiere paladine dell’equità sociale, quanto le generazioni “ribelli” del sistema sono già figlie, “prodotti” degli stessi “consumi”, della stessa propaganda, dello stesso “ribelle”(?) Occidente?

Continua a leggere "Dalle più giovani ambientaliste del nord Europa per il Venerdì alle ereditiere paladine dell’equità sociale, quanto le generazioni “ribelli” del sistema sono già figlie, “prodotti” degli stessi “consumi”, della stessa propaganda, dello stesso “ribelle”(?) Occidente?"
Rubrica4

Se non si alza il livello di “civiltà”(?), con “un minimo reddito mensile (universale) garantito a tutti” e regole più vicine alla sua nuova modernità, quanto vuoi credere ancora alle politiche dei “bonus”, alle “politiche attive” o quant’altro di burocratico e caotico davanti alle continue emergenze (pandemiche, climatiche, economiche, alimentari, energetiche, idriche, etc.) che, se sommate, possono amplificare il “blocco”(?), già in atto, del futuro(?) delle persone, delle sue proteste nel mondo e della stessa società “deteriorata” che li “racchiude” nei diversi “Oceani”?

Continua a leggere "Se non si alza il livello di “civiltà”(?), con “un minimo reddito mensile (universale) garantito a tutti” e regole più vicine alla sua nuova modernità, quanto vuoi credere ancora alle politiche dei “bonus”, alle “politiche attive” o quant’altro di burocratico e caotico davanti alle continue emergenze (pandemiche, climatiche, economiche, alimentari, energetiche, idriche, etc.) che, se sommate, possono amplificare il “blocco”(?), già in atto, del futuro(?) delle persone, delle sue proteste nel mondo e della stessa società “deteriorata” che li “racchiude” nei diversi “Oceani”?"
Rubrica4

Nella “modernità” che anche Roma vive, oltre la Jurassica scenografia politica, dei rifiuti, dei cinghiali, degli abusivi e del folclore (non solo turistico) di un’inciviltà ormai “usanza acquisita” di non sentirsi troppo “fuori” da questa “realtà”(?) (vitalizia) “migliore”(?), che differenze ci sono tra gli “influencer” di qualcosa(?), basta che non siano solo opinioni privilegiate di Milano, e gli “influencer” di civiltà ed efficientamento pubblico?

Continua a leggere "Nella “modernità” che anche Roma vive, oltre la Jurassica scenografia politica, dei rifiuti, dei cinghiali, degli abusivi e del folclore (non solo turistico) di un’inciviltà ormai “usanza acquisita” di non sentirsi troppo “fuori” da questa “realtà”(?) (vitalizia) “migliore”(?), che differenze ci sono tra gli “influencer” di qualcosa(?), basta che non siano solo opinioni privilegiate di Milano, e gli “influencer” di civiltà ed efficientamento pubblico?"
Rubrica4

Senza “un minimo reddito garantito mensile a tutti”, universale e con un passato che ancora domina sul suo stesso futuro, come puoi far sviluppare un senso critico tra i “vecchi standard precostituiti”, tra burocrazia, bonus, “lavori gravosi di interminabili giornate” o “improduttivi di giornate senza senso(?)”, dove tutti difendono il loro “passato”, quello “falso dal vero”, “l’errato dal giusto” e il “male dal bene” in una società ormai “satura”, ancora troppo poco efficientata?

Continua a leggere "Senza “un minimo reddito garantito mensile a tutti”, universale e con un passato che ancora domina sul suo stesso futuro, come puoi far sviluppare un senso critico tra i “vecchi standard precostituiti”, tra burocrazia, bonus, “lavori gravosi di interminabili giornate” o “improduttivi di giornate senza senso(?)”, dove tutti difendono il loro “passato”, quello “falso dal vero”, “l’errato dal giusto” e il “male dal bene” in una società ormai “satura”, ancora troppo poco efficientata?"
Rubrica4

Si vivono le “costanti”(?) crisi politiche, di cui il giornalismo si alimenta di “lavoro sicuro”(?), ma tutto il resto di cui il passato “si nutre” anche in Italia riesce ad essere affrontato per il futuro della stessa civiltà organizzata, anche in questa Nazione?

Continua a leggere "Si vivono le “costanti”(?) crisi politiche, di cui il giornalismo si alimenta di “lavoro sicuro”(?), ma tutto il resto di cui il passato “si nutre” anche in Italia riesce ad essere affrontato per il futuro della stessa civiltà organizzata, anche in questa Nazione?"
Rubrica4

Tra i troppi palazzi della politica, richiamo per qualsiasi sciopero, manifestazione e anniversario d’Italia, quando si dirà basta all’eccessivo, “superfluo”(?) inquinamento in una Capitale “ingolfata” da queste sue stesse “tradizioni”, “politiche attive” di un passato non più allineato alle dinamiche migliorative del futuro?

Continua a leggere "Tra i troppi palazzi della politica, richiamo per qualsiasi sciopero, manifestazione e anniversario d’Italia, quando si dirà basta all’eccessivo, “superfluo”(?) inquinamento in una Capitale “ingolfata” da queste sue stesse “tradizioni”, “politiche attive” di un passato non più allineato alle dinamiche migliorative del futuro?"
Rubrica4

Dal “minimo reddito mensile garantito a tutti” al “fine vita”, dalla “cannabis” al “canone Rai ancora in bolletta elettrica” (infrazione europea), dai “migranti economici” fino alla “fecondazione assistita” (etc.), quanto la politica, i suoi leader appartengono alla lentezza di un passato jurassico che non riesce a legiferare oltre i suoi singoli, sproporzionati “ovetti mensili” (modernità lasciata solo ai loro stipendi) per un mondo già cambiato da una pandemia ancora “di sottofondo”, una guerra ai confini dell’Europa fino al mutamento del clima, evidenziato dal record di caldo e dalla forte siccità di quest’anno?

Continua a leggere "Dal “minimo reddito mensile garantito a tutti” al “fine vita”, dalla “cannabis” al “canone Rai ancora in bolletta elettrica” (infrazione europea), dai “migranti economici” fino alla “fecondazione assistita” (etc.), quanto la politica, i suoi leader appartengono alla lentezza di un passato jurassico che non riesce a legiferare oltre i suoi singoli, sproporzionati “ovetti mensili” (modernità lasciata solo ai loro stipendi) per un mondo già cambiato da una pandemia ancora “di sottofondo”, una guerra ai confini dell’Europa fino al mutamento del clima, evidenziato dal record di caldo e dalla forte siccità di quest’anno?"
Rubrica4

Senza “un minimo reddito mensile garantito a tutti”, universale, quanti sono condannati a non avere le basi minime di una nuova modernità, a non sapere “a chi sono figli”(?), che “lavoro”(?) fanno i loro genitori e cosa portano nel piatto delle “loro case”(?) – basi familiari di un’era di profondi cambiamenti energetici, alimentari, tecnologici, digitali, etc. – che divideranno sempre di più le conoscenze e il sapere tra generazioni, appiattite dalla troppa “cultura”(?) dell’inclusività, scusa, ma anche condanna al “vincolo burocratico”, ai “lavori sottopagati” (spesso a tempo e “superati”) di antiche “politiche attive” appartenenti ancora alle mentalità di un’era preistorica, precedente?

Continua a leggere "Senza “un minimo reddito mensile garantito a tutti”, universale, quanti sono condannati a non avere le basi minime di una nuova modernità, a non sapere “a chi sono figli”(?), che “lavoro”(?) fanno i loro genitori e cosa portano nel piatto delle “loro case”(?) – basi familiari di un’era di profondi cambiamenti energetici, alimentari, tecnologici, digitali, etc. – che divideranno sempre di più le conoscenze e il sapere tra generazioni, appiattite dalla troppa “cultura”(?) dell’inclusività, scusa, ma anche condanna al “vincolo burocratico”, ai “lavori sottopagati” (spesso a tempo e “superati”) di antiche “politiche attive” appartenenti ancora alle mentalità di un’era preistorica, precedente?"
Rubrica4

Nelle democrazie occidentali moderne ci sono così tante opinioni, compensate democraticamente dagli stessi opposti, che quelle poche libere, sanno veramente dare un indirizzo alla vita di tutti? Arrivati quasi al 10° pacchetto di sanzioni alla Russia, tra aumenti “democratici” dei prezzi, scioperi alle nuove regole “democratiche” (ex politiche attive?), pandemia e varianti “democraticamente” importate e diffuse, siccità per sfruttamento “democratico” dei territori e del Pianeta, quanti si potranno permettere di passare il prossimo inverno al caldo con le sole “opinioni democratiche imposte”?

Continua a leggere "Nelle democrazie occidentali moderne ci sono così tante opinioni, compensate democraticamente dagli stessi opposti, che quelle poche libere, sanno veramente dare un indirizzo alla vita di tutti? Arrivati quasi al 10° pacchetto di sanzioni alla Russia, tra aumenti “democratici” dei prezzi, scioperi alle nuove regole “democratiche” (ex politiche attive?), pandemia e varianti “democraticamente” importate e diffuse, siccità per sfruttamento “democratico” dei territori e del Pianeta, quanti si potranno permettere di passare il prossimo inverno al caldo con le sole “opinioni democratiche imposte”?"
Rubrica4

Quanto le democrazie occidentali sono ancora schiacciate dalla troppa “ignoranza” dal basso (veicolate facilmente nel voto) e da troppo “potere” dall’alto per determinare un futuro con “un minimo reddito mensile garantito a tutti” davanti all’evidenza che gli attuali Governi non possono più “nascondere” i continui cambiamenti sovranazionali e “tecnologici” in atto che dettano sempre di più le “nuove”(?) regole dei soldi, del cibo, della salute, dell’ambiente, dei migranti, minimo “contenimento” alle inefficienze di vecchi e arcaici sistemi d’indirizzo di vita nazionale che hanno “rilasciato” più diplomi, lauree e lavoretti (intesi come “nozioni” di base) di quanto il mercato non è mai riuscito ad assorbire, alimentando numericamente e burocraticamente il “resto”(?), non più “sostenibile” alla vita e alla salute dei cambiamenti in corso?

Continua a leggere "Quanto le democrazie occidentali sono ancora schiacciate dalla troppa “ignoranza” dal basso (veicolate facilmente nel voto) e da troppo “potere” dall’alto per determinare un futuro con “un minimo reddito mensile garantito a tutti” davanti all’evidenza che gli attuali Governi non possono più “nascondere” i continui cambiamenti sovranazionali e “tecnologici” in atto che dettano sempre di più le “nuove”(?) regole dei soldi, del cibo, della salute, dell’ambiente, dei migranti, minimo “contenimento” alle inefficienze di vecchi e arcaici sistemi d’indirizzo di vita nazionale che hanno “rilasciato” più diplomi, lauree e lavoretti (intesi come “nozioni” di base) di quanto il mercato non è mai riuscito ad assorbire, alimentando numericamente e burocraticamente il “resto”(?), non più “sostenibile” alla vita e alla salute dei cambiamenti in corso?"
Rubrica4

Quando, in quest’era “moderna”(?), non hai “un minimo reddito mensile garantito a tutti”, il “mercato” potrà mai avere il giusto equilibrio tra datore di lavoro, lavoratori, ore di lavoro, stili di vita e diritti che spesso tutelano più i disonesti, le vecchie mentalità, a cui la cultura di “quel minimo” e di una “politica giornalistica” non ha mai allargato gli orizzonti (se non a tasse e ora pos), che si fa tutti parte della stessa civiltà nei suoi continui cambiamenti e miglioramenti, “selettivi” anche per vite occidentali in “transizione energetica”?

Continua a leggere "Quando, in quest’era “moderna”(?), non hai “un minimo reddito mensile garantito a tutti”, il “mercato” potrà mai avere il giusto equilibrio tra datore di lavoro, lavoratori, ore di lavoro, stili di vita e diritti che spesso tutelano più i disonesti, le vecchie mentalità, a cui la cultura di “quel minimo” e di una “politica giornalistica” non ha mai allargato gli orizzonti (se non a tasse e ora pos), che si fa tutti parte della stessa civiltà nei suoi continui cambiamenti e miglioramenti, “selettivi” anche per vite occidentali in “transizione energetica”?"
Rubrica4

Dall’aborto ai lavoratori, dai sindacati ai datori di lavoro, quanti diritti si stanno perdendo davanti ai continui errori politici nel dare una direzione “medievale” a questo masochista Occidente? Quante mentalità (nei singoli scioperi dei diversi colori umani e sociali) devono ancora superare l'”egemonia e le piccole cerchie” di sapere definitivamente cos’è giusto e cosa non lo è, fuori dalla “politica giornalistica”, anche nel tempo di questa Italia?

Continua a leggere "Dall’aborto ai lavoratori, dai sindacati ai datori di lavoro, quanti diritti si stanno perdendo davanti ai continui errori politici nel dare una direzione “medievale” a questo masochista Occidente? Quante mentalità (nei singoli scioperi dei diversi colori umani e sociali) devono ancora superare l'”egemonia e le piccole cerchie” di sapere definitivamente cos’è giusto e cosa non lo è, fuori dalla “politica giornalistica”, anche nel tempo di questa Italia?"
Rubrica4

Da qualche anno abbiamo iniziato ad atterrare su Marte, dal 1969 la luna è diventata più vicina e sappiamo da “ormai tanto” che è il sole al centro del nostro “sistema solare”… Di quanti secoli è ancora indietro la nostra civiltà nel prevenire le guerre, le pandemie, le povertà, l’inquinamento, le siccità e quant’altro da affrontare nelle zone più urbanizzate e “ingegnose”, per mancanza di “progettazione naturale”, agli evidenti squilibri di territori e di un Pianeta più che sfruttato per economie sempre più vicine al loro reset obbligato?

Continua a leggere "Da qualche anno abbiamo iniziato ad atterrare su Marte, dal 1969 la luna è diventata più vicina e sappiamo da “ormai tanto” che è il sole al centro del nostro “sistema solare”… Di quanti secoli è ancora indietro la nostra civiltà nel prevenire le guerre, le pandemie, le povertà, l’inquinamento, le siccità e quant’altro da affrontare nelle zone più urbanizzate e “ingegnose”, per mancanza di “progettazione naturale”, agli evidenti squilibri di territori e di un Pianeta più che sfruttato per economie sempre più vicine al loro reset obbligato?"
Rubrica4

Ci sono tanti modi per entrare nello “stile occidentale”. Twitter è uno di questi. Diventeremo più noi “oligarchi della parola” nelle risposte, rincorrendo la cultura e lo “stile”(?) di altri, o sapremo distinguerci meglio dalle tante arretratezze che vive ancora la nostra “societa”(?), a cui si fa ancora poco o niente per migliorarla se non, solo da “fan”?

Continua a leggere "Ci sono tanti modi per entrare nello “stile occidentale”. Twitter è uno di questi. Diventeremo più noi “oligarchi della parola” nelle risposte, rincorrendo la cultura e lo “stile”(?) di altri, o sapremo distinguerci meglio dalle tante arretratezze che vive ancora la nostra “societa”(?), a cui si fa ancora poco o niente per migliorarla se non, solo da “fan”?"
Rubrica4

Se l’emergenza(?) è l’unico punto di arrivo nelle “guerre” interne(?) e di confine(?) dell’Occidente, come lo giustificheresti il costo preventivo, il 2%, lo spostamento di milioni di persone in anticipo nelle antiche dinamiche burocratiche, nella “vita”(?) che anche la Natura “non” farà mai sapere in anticipo?

Continua a leggere "Se l’emergenza(?) è l’unico punto di arrivo nelle “guerre” interne(?) e di confine(?) dell’Occidente, come lo giustificheresti il costo preventivo, il 2%, lo spostamento di milioni di persone in anticipo nelle antiche dinamiche burocratiche, nella “vita”(?) che anche la Natura “non” farà mai sapere in anticipo?"
Rubrica4

Quando le parole dei politici deformano la realtà dei fatti, alimentando continui dibattiti, ne perde più la politica, la credibilità e l’onestà intellettuale del giornalismo o il continuo progresso di una Nazione?

Continua a leggere "Quando le parole dei politici deformano la realtà dei fatti, alimentando continui dibattiti, ne perde più la politica, la credibilità e l’onestà intellettuale del giornalismo o il continuo progresso di una Nazione?"